Adozioni

Baushaus aiuta cani e gatti in cerca di famiglia. È il nostro contributo del cuore ai quattrozampe sfortunati che sono stati temporaneamente accolti da persone e associazioni amiche.
Baushaus agisce da tramite degli annunci, senza risponderne in prima persona. Si prega quindi di chiamare sempre i numeri specificati nel dettaglio di ogni annuncio per chiedere informazioni sui cuccioli.

 

Cani

In questa pagina vi presentiamo dei cagnetti che delle stupende volontarie di nostra conoscenza hanno incontrato e salvato da un futuro incerto. Ora sono alla ricerca di una casa sicura e definitiva in cui possano finalmente iniziare a vivere felici. La vita per loro non è iniziata al meglio ma noi siamo qui per fare in modo che le cose cambino sul serio! Pertanto vi chiediamo di rispondere agli annunci solo se seriamente interessati e di non contattare i referenti prima di aver letto almeno tre volte il nostro decalogo dell’adottante.

 

 

Gatti

“Il gatto è un animale autonomo” è una delle frasi che si sente dire più spesso. Con ciò molti intendono che il gatto non richiede cure particolari, come se fosse un animale che si può prendere un po’ a cuor leggero e lasciare “libero e felice”, come se in fondo richiedesse poca responsabilità. Noi di Baushaus ai gatti in adozione teniamo tanto quanto ai cani, quindi se intendete prendere uno dei gatti che vi segnaliamo, leggete con molta cura il decalogo dell’adottante prima di contattare i referenti.

 

 

Decalogo dell’adottante

Se hai deciso di adottare un cane o un gatto, prova a leggere il nostro decalogo dell’adottante per capire se è un gesto che sei davvero pronto ad affrontare. Il tuo animale domestico potrà raggiungere i 15-20 anni di età: è un buon pezzo di vita che passerete insieme condividendo le notti e le giornate. È importante riflettere bene prima di intraprendere questa magnifica avventura.

 

PRIMA DI PRENDERE UN CANE O UN GATTO:

1) Valuterai se hai spazio e tempo per lui.
Ogni cane ha bisogno di scaricare le proprie energie attraverso delle attività adatte. Noi durante il giorno andiamo al lavoro e quindi abbiamo un’attività che ci realizza, ma un cane desidera innanzitutto trascorrere il suo tempo assieme al padrone. Se possiedi un grande giardino, potrai sfruttarlo per far muovere e sfogare il tuo quattro zampe, ma non dovrà mai essere il luogo in cui lui verrà relegato. Solo vivendo assieme a te si sentirà inserito in un branco e imparerà a socializzare e ad amare te e gli altri. Il gatto, più che fare attività con te, avrà bisogno di riposare assieme a te. Per quanto le attività da fare assieme a un gatto possano sembrare più rilassanti, è altrettanto importante per la sua felicità dedicargli il tuo tempo e la tua attenzione essendo presente ai rituali del pasto, delle coccole e del sonno.

2) Sarai consapevole della situazione di salute e temperamento dell’animale.
L’amore va sempre associato alla competenza. Perciò, per partire con il piede giusto, quando si vuole portare a casa un cane o un gatto è bene farsi un’idea del tipo psicologico dell’animale che andremo a prendere. Sapere se il cane è tendenzialmente dominante, insicuro o impaurito è importante per capire se siamo i padroni adatti a lui: ad esempio, una persona iperattiva è meglio che non prenda un cane con un temperamento molto alto e viceversa. Ci sono tipologie di cane che devono essere gestite da persone che hanno già una buona esperienza, oppure bisogna essere pronti a rivolgersi a un buon educatore per gestire soggetti che hanno acuito o represso alcuni istinti in seguito a particolari esperienze.

3) Non prenderai un cucciolo per esaudire un desiderio dei tuoi bambini.
Cani e gatti non sono giocattoli, tantomeno baby-sitter, quindi non c’è ragione per cui debbano tollerare i gesti invadenti e maldestri dei bambini: accade più spesso che i bambini facciano del male a loro, piuttosto che il contrario. Se hai figli piccoli e vuoi adottare un cane o un gatto, sappi che dovrai controllarli sempre e insegnare loro a trattare l’animale con le dovute maniere, perché questi non è un loro strumento di sfogo. In caso contrario, potrebbero danneggiare la sua personalità oltre ad abituarsi a una totale mancanza di riguardo nei confronti degli animali.

4) Considererai sempre e comunque tutti i cani e gatti, meticci o di razza, alla pari.
Su questo punto credo non ci sia molto da argomentare. Del resto se sei qui perché intendi adottare un cane o un gatto trovatello, immagino tu non abbia pregiudizi di razza. Se invece stai cercando il cane (o il gatto) di razza a scrocco, sappi che non sei nel posto giusto, e se non credi in generale nel cane come miglior amico dell’uomo ma credi soltanto in un cane geneticamente selezionato come specchio della tua eccellenza, è meglio che ti rivolga altrove.

DOPO AVER PRESO UN CANE O UN GATTO:

5) Non lo abbandonerai mai.
Al di là del fatto che abbandonare l’animale domestico è un crimine punito con l’arresto, al momento di andare in vacanza o di assentarti, farai di tutto per portarlo con te o per trovargli una sistemazione sicura e confortevole per i giorni d’assenza, esattamente come faresti per tuo figlio. Ricorda che un cane si sentirà abbandonato anche se lo lascerai a casa da solo per tante ore. Se stai a lungo fuori, dovrai affidarlo a qualcuno che lo faccia muovere, gli dedichi attenzione e lo faccia sentire amato.

6) Dovrai essere responsabile per il tuo cane e gatto, tutelarlo e rispondere di tutto ciò che fa.
Avrai cura di registrare immediatamente il tuo cane all’anagrafe canina, lo porterai a spasso col guinzaglio per evitare incidenti e anche nelle apposite aree sarai cauto nel metterlo a contatto con altri cani; quando uscirete assieme avrai sempre con te i sacchetti igienici per pulire dove sporca e una museruola in borsa; ti assumerai tutti gli oneri economici per cibarlo, vaccinarlo, curarlo e garantirgli una vita confortevole, felice e sana fino all’ultimo momento della sua esistenza; lo assicurerai per danni a terzi, lo educherai a rispondere al richiamo e a considerare te come suo leader. Se stai in appartamento, dovrai farlo camminare e correre in luoghi adatti ogni giorno, che ci sia il sole o che piova, che tu sia riposato o stanco.

7) Non umanizzerai (troppo) il tuo cane o il tuo gatto.
Il cane non desidera essere umano e sa vivere bene assieme a noi rispettando i nostri spazi e le nostre regole solo quando noi rispettiamo la sua natura di cane. Lo stesso vale per i gatti. Per questo è necessario imparare a capire e comunicare efficacemente con loro: cane e gatto possono diventare i nostri migliori amici ma non ragionano come un essere umano e comunicano il proprio stato emotivo in modi che non si interpretano sempre a intuizione. Quindi ti informerai su come si tiene l’animale, se necessario rivolgendoti a un educatore competente per capire come comportarti ora che sei il suo padrone.

8) Ti impegnerai a diventare una persona più equilibrata, tollerante e felice per il bene e la salute del tuo animale.
Il rapporto con il cane si fonda sull’empatia: ogni tuo gesto, ogni muscolo del tuo volto, ogni accenno di postura gli comunica il tuo stato interiore. Per questo con lui la relazione è così speciale e forte: perché non puoi mentirgli. Ogni tua emozione lui la assorbirà, perché è un essere completamente dipendente da te. Quindi quando sarete assieme gli parlerai a lungo con voce serena. Stabilirai regole precise e le farai rispettare con coerenza, senza mai punirlo fisicamente. Tollererai che finché è cucciolo combini qualche guaio, specie se era annoiato perché lo avevi lasciato solo… viceversa, lo premierai ogni volta che obbedisce con dei bei complimenti e delle pacchette. Accetterai di fare qualche sforzo in più per ripulire la casa dai suoi peli senza mai anteporre la perfetta pulizia del tuo mondo a lui. E se trovi qualche pelo in giro, gioisci, perché avrai finalmente occasione di liberarti degli insopportabili amici e parenti che per motivi di igiene pensano che “tenere una bestia in casa” sia un reato!

9) Osserverai la corretta alimentazione del cane e del gatto.
Se passassi una settimana intera in uno studio veterinario, ti renderesti conto di quanti “devotissimi” e “amorevolissimi” proprietari di cani riducono in fin di vita il proprio amico col dargli da mangiare tutto quello che hanno nel piatto. Quindi, se deciderai di nutrire il tuo amico con pasti cucinati in casa, o di allungargli qualche extra dal tavolo, chiederai non alla nonna bensì al veterinario come fare.

10) Amerai e rispetterai il tuo cane o gatto più di te stesso.
Il sentimento dell’amore è quello che più si addice al rapporto con l’animale domestico, con cui condividiamo davvero tutto. Per questo ti impegnerai a migliorare sempre più il vostro rapporto e gli sarai fedele sempre, anche se cambierai casa, troverai un nuovo compagno/a e avrai dei figli, perché lui senz’altro lo sarà. Fino all’ultimo respiro della sua vita.

Cani adottati

Siamo orgogliosi di presentarvi i cagnetti a cui siamo riusciti a dare una zampa nel trovare una famiglia accogliente!

Gatti adottati

Ecco a voi i mici che ora, anche grazie a Baushaus, hanno trovato amore, una cuccia calda in cui dormire e cibo fresco ogni giorno!