< Indietro

Cani e botti di capodanno, cosa fare

 I botti di Capodanno sono un grosso problema per i possessori di cani. Causano uno stato di ansia e allerta che trasforma il festeggiamento della mezzanotte in un vero e proprio incubo per il nostro amico a quattro zampe. Ci sono però accortezze per prevenire e attenuare tali effetti.

Nonostante siano vietati in molti Comuni, quella dei botti è una questione che si ripresenta puntualmente a ridosso di capodanno. I rischi sono reali e non vanno sottovalutati: spaventati da rumori e vibrazioni i cani fuggono e si smarriscono, con la possibilità di restare coinvolti in incidenti stradali. Molti restano vittima di torsioni allo stomaco, infarti e di shock non recuperabili a breve termine. Ogni anno in Italia si contano circa 500 cani smarriti e altrettanti deceduti a causa dei botti.

l terrore istintivo dei cani per i botti può essere prevenuto e alleviato: esistono rimedi preventivi di due tipi per attenuare il panico dell’animale.

Il primo è educativo: qualche giorno tempo di capodanno, fate ascoltare all’animale, tramite registratore, il rumore dei botti, associandoli alla somministrazione di bocconcini di cibo, carezze, giochi e coccole. Fatelo inizialmente a volume basso, aumentandolo gradualmente. In questo modo il cane assocerà il rumore dei botti a qualcosa di piacevole e non pericoloso.
Il secondo è la somministrazione, sotto stretto controllo del veterinario, di rimedi naturali come i Fiori di Bach (Rescue Remedy) o la valeriana, che aiutano l’animale a tranquillizzarsi e ad avere uno stato d’animo più rilassato.

Da evitare tranquillanti o sonniferi chimici, soprattutto per i cani anziani, per i quali potrebbero essere letali. Ma anche per i cani giovani: il cane soffrirebbe comunque il panico, sentendosi però incapace di reagire. Uno shock per l’animale.

Accortezze generali:

-        fate fare i bisogni all’animale a ora di cena, tenendolo sempre al guinzaglio;

-        non lasciatelo da solo in casa la sera di capodanno;

-        non lasciatelo su balconi o terrazze. Preso dal panico, potrebbe lanciarsi!

-        tenetelo dentro casa con voi, in una stanza acusticamente isolata

-        utilizzate cucce chiuse in gommapiuma

-        all’avvicinarsi della mezzanotte chiudete porte e finestre, e abbassate le tapparelle;

-        state vicino al cane senza però accarezzarlo insistentemente, per non trasmettergli ansia;

-        tenete a portata di zampa tutti i suoi giochini per distrarlo.

Nonostante i nostri sforzi per creare un ambiente sereno e silenzioso, il cane potrebbe mettersi a correre per tutta la casa, in cerca di un posto in cui rifugiarsi. Alcuni educatori consigliano di preparare un guinzaglio a cui assicurarlo, da fissare a un elemento stabile come una colonna, o una scala fissa. Sedetevi vicini all’animale, mostrandovi tranquilli, in modo da trasmettergli questo nostro stato d’animo. Appena il cane sarà rilassato (es. si sdraia) premiatelo con carezze o con un bocconcino.

Qualora vi fosse impossibile rimanere a casa la notte di San Silvestro, evitate comunque di lasciare da solo il vostro cane. Esistono servizi di dog sitting attivi anche durante le festività.

 

Avvertenze e consigli di un veterinario: