< Indietro

In spiaggia con Fido

Arriva l’estate, e finalmente con il caldo arrivano anche le tanto agognate vacanze al mare. Ma come tutti gli anni si ripresenta il solito problema: e Fido? Come facciamo a portarlo in spiaggia?
Non tutti lo sanno, ma i diritti e i doveri dei cani e dei loro accompagnatori sono ben definiti dal Codice civile, e non sono in balia dell’arbitrarietà dei bagnini o dei vicini di ombrellone.
Partiamo dai diritti dei nostri amici a quattrozampe. Innanzitutto l’accesso alla spiaggia è garantito a tutti, cani e umani, nelle spiagge pubbliche ed in quelle private in mancanza di un divieto regolarmente pubblicizzato. Solo le forze dell’ordine e la capitaneria di porto possono richiedervi di lasciare la spiaggia, e solo dopo avervi mostrato gli eventuali cartelli di divieto: un eventuale rifiuto da parte delle Forze dell’Ordine di mostrarvi il divieto farebbe scattare il reato di omissione di atti d’ufficio, quindi fatevi dare il numero di matricola dell’agente in questione e mandate una bella raccomandata o un fax all’Arma pertinente segnalando la cosa.
Se invece a volervi impedire di godervi il mare con il vostro amico a quattro zampe è un bagnante o un bagnino, sappiate che non ne ha in nessun caso alcun diritto, e che se le sue pretese si rivelassero troppo insistenti o sgarbate potreste procedere con una denuncia per molestie.
Ovviamente, dall’altro lato della medaglia ci sono i doveri di chi accompagna il cane in spiaggia: ricordate sacchetto e paletta per raccogliere le sue deiezioni solide, e una bottiglia con dell’acqua da versare sulla pipì. E’ inoltre bene tenere Fido al guinzaglio e avere con voi sempre in borsa la museruola.

L’Associazione Italiana Difesa Animali e Ambiente promuove una campagna denominata “Libero cane, libera spiaggia” nata per tutelare i diritti dei cani e dei loro conduttori sulle nostre spiagge. In caso di necessità si può ricevere una consulenza gratuita chiamando tra le 13.00 e le 15.00, dal 01/06/2013 al 30/09/2013, chiamando il numero 392 6552051 o scrivendo a tribunaleanimali2@libero.it.